La primavera del Giappone

 

Un viaggio alla scoperta del Giappone e della sua rinascita dopo il sisma del 2011.

Destinazioni consigliate:
Viaggiate alla scoperta delle meravigliose città del Giappone, tra cultura millenaria e metropoli ad alto tasso di tecnologia:
• Tokyo
• Kyoto
• Osaka
• Hiroshima
• Narita

Stagioni consigliate:
Un occhio al meteo, per scegliere il momento migliore per partire: primavera e autunno sono le stagioni migliori. Non perdete la meravigliosa fioritura dei ciliegi, tra la fine di marzo e l’inizio di aprile.
Il clima è generalmente temperato, ma varia in base al luogo e al periodo dell’anno.

Le bellezze del Giappone
Dai fiori di ciliegio della primavera di Osaka, ai mille colori dell’autunno a Kyoto, dallo sci nella prefettura di Yamagata alle nuotate nell’oceano ad Okinawa: il Giappone punta sulla bellezza naturale dei suoi paesaggi e sulla cultura millenaria che da sempre lo contraddistingue.
È il luogo ideale anche per una vacanza con la famiglia: i giapponesi sono molto accoglienti e i bambini sono sempre ben accetti.
Stupendi giardini e templi sontuosi permettono di immergersi nella sacralità di culti diversi.

Immagini religiose e paesaggi rurali incontaminati si fondono con metropoli vivissime ed effervescenti. I musei e i festival, di cui il Giappone è ricchissimo, mostrano le arti tradizionali e l’artigianato locale. Infine, la tecnologia di nuovissima generazione irrompe prepotentemente nell’immaginario collettivo. Il Giappone riunisce in sé molte anime, ed è il luogo ideale per un turista curioso e appassionato di viaggi.

La cucina – non solo sushi
Cibi per tutti i palati e per tutte le tasche.
Non perdete i fish market, nell’area di Tokyo, dove assaggiare sushi freschissimo in un ambiente tradizionale.
Non è necessario lasciare le mance.

Documenti e informazioni utili
Passaporto in corso di validità
Il visto non è necessario per viaggi puramente turistici inferiori a 3 mesi
La valuta locale è lo yen, indicato con ¥
Il fuso orario è -8 ore rispetto all’Italia
La lingua parlata è il Giapponese, ma i locali parlano inglese e fanno di tutto per comunicare con i turisti. Per semplificare i dialoghi, può essere utile scrivere la frase in inglese e farla leggere.