Expedia e la “Vita da Spiaggia” : Il mare non passa mai di moda, ecco le spiaggie più scelte nel mondo

Gli italiani amano la spiaggia: il 57% andrà al mare nei prossimi 12 mesi

 

Expedia rivela i risultati del suo Beach Report, la ricerca che delinea l’identikit degli italiani che scelgono il mare, rivelando abitudini, comportamenti e preferenze degli amanti delle spiagge.

 

Il sondaggio, condotto da Expediasu un campione di più di 8.000 viaggiatori, conferma che il mare è la destinazione preferita per la maggior parte dei turisti italiani: il 44%, potendo fare solo una vacanza all’anno, sceglierebbe il mare; al secondo posto troviamo le città d’arte e i viaggi a sfondo culturale, scelte dal 35% dei nostri connazionali. Anche tedeschi e norvegesi condividono il nostro amore per le vacanze in spiaggia, rispettivamente il 51% e il 45%.

 

Fabrizio Giulio, Managing Director di Expedia.it, rivela: “Più della metà degli intervistati, il 57%, prevede di andare in vacanza al mare nei prossimi 12 mesi. Per gli italiani le vacanze estive al mare sono una priorità irrinunciabile, anche se con un occhio ai costi. Infatti, il fattore preso in maggiore considerazione per la scelta è il prezzo del viaggio (67%) ma è fondamentale anche la volontà di scoprire luoghi mai visitati in precedenza (59%). Infine, spiagge poco affollate (32%) e la possibilità di accedere al WiFi (27%).”

 

Le attività da vacanza

In vacanza, la maggioranza degli italiani, il 57%, sceglie il relax; il 43%, al contrario, sceglie di dedicarsi a varie attività per occupare il tempo e preferisce località con divertimento e movida serale.

 

In spiaggia, gli italiani si dedicano a parecchie attività: in testa le passeggiate (79%), il nuoto (73%), la lettura (68%) e l’abbronzatura (65%). Fanalini di coda, lo yoga (5%) e il surf che sta comunque vivendo un momento di boom nel nostro Paese (5%).

Quale invece lo sport più gettonato sulla sabbia? Solo l’11% gioca a calcio mentre il 14% gioca a beach volley. Il 24% invece opta per il running, di certo svolto faticando di meno se il panorama è un’alba o un bel tramonto goduti correndo su uno dei tanti lungomari o spiagge della Penisola.

Il divertimento in spiaggia è comunque irrinunciabile: il 24% degli italiani fa festa tra falò, musica, grigliate e bevute con gli amici, mentre il 37% si diletta nell’osservare le altre persone in spiaggia: per curiosità ma magari anche per trovare la classica storia estiva. I castelli di sabbia paiono ormai essere un divertimento più legato all’infanzia: solo il 10% vi si dedica (contro una media europea del 16%); irlandesi e inglesi, rispettivamente al 28% e 27%, sono apparentemente più artistici con la sabbia tra le mani.

 

E oltre alla spiaggia? La visita di aree o città di interesse storico e culturale è l’attività principale (indicata dal 79%), seguita a ruota da pranzi e cene, per degustare la cucina tipica della zona di vacanza (76%). Infine, lo shopping, indicato dal 46% degli italiani.

 

Le vacanze sono il momento perfetto per viziarsi: lontano dai ritmi stressanti e dalla routine lavorativa, gli italiani si dedicano al riposo (il 58% indica “dormire” come attività principale) e all’intimità con il partner (50%). E se la prova costume è un momento temuto, alla fine in vacanza, dopo qualche settimana di rinunce, molte diete saltano: il 37% degli italiani ne approfitta per mangiare più di quanto farebbe normalmente.

 

Il compagno di viaggio è una scelta importante: il 70% preferisce partire con il partner, il 25% con la famiglia  e un altro 25% con gli amici.

 

Stessa spiaggia, stesso mare?

Solo il 37% degli italiani passerà l’estate sotto lo stesso ombrellone dell’anno precedente, mentre più della metà preferisce cambiare destinazione e scoprire nuove località.

Le destinazioni estive preferite sono comunque le spiagge del Bel Paese (per il 63% degli intervistati). Solo il 37% si spingerà all’estero per trovare ristoro su una spiaggia straniera.

 

Dopo un impegnativo anno di lavoro, il 35% degli italiani sceglie resort all inclusive, dove farsi coccolare e viziare. Le case vacanze e gli appartamenti in affitto si rivelano la soluzione ideale per chi voglia contenere i costi, per le famiglie che vogliono gestire con la massima libertà gli orari, per chi viaggia con animali al seguito e per i gruppi di amici che vogliono passare quanto più tempo possibile assieme: il 20% degli italiani sceglie l’appartamento, il 17% la casa di villeggiatura.  

 

Il momento della scelta

L’estate si conferma la stagione principale per le vacanze degli italiani: il 57% sceglie infatti di partire nei mesi estivi; al secondo posto la primavera con il 25%.

 

Gli italiani non vogliono rinunciare alle ferie estive e preferiscono organizzare la loro vacanza al mare nel migliore dei modi: cercando sempre più di prenotare in anticipo. Il 56% degli italiani prenota le ferie dai 3 agli 11 mesi prima della partenza, anche approfittando di offerte e pacchetti vacanze, con una predilezione per i 3 - 5 mesi precedenti la partenza; invece all’estero, ad esempio in Germania e in Inghilterra, sono più coloro che prenotano nei 6 – 11 mesi prima del viaggio. Solo il 7% prenota le vacanze al mare con poche settimane d’anticipo e solo il 2% una settimana prima.

 

 

Il passaparola

Alla ricerca di nuove località, di relax e di attività divertenti: la scelta della meta può scatenare moltissimi dubbi.

I consigli degli amici sono fondamentali (35%), ma le recensioni di altri viaggiatori sono utilissime per orientarsi in un’offerta sempre più vasta (32%).

La vita reale batte internet, dal momento che i social network influenzano la decisione nel 16% dei casi.

“I pacchetti di viaggio sono considerati validissimi suggerimenti per coloro che vogliono viaggiare tenendo sotto controllo le spese: il 30% degli italiani sceglie destinazioni promosse da offerte e pacchetti” chiosa Fabrizio Giulio di Expedia.

 

Le destinazioni del 2013: Spagna e Grecia

Se prendiamo in considerazione solo le destinazioni di mare, i paesi scelti più di frequente per una vacanza in spiaggia sono:

·         Italia, grazie all’amplissima varietà di destinazioni, tutte da scoprire

·         Spagna e Isole Canarie

·         Grecia, che non smentisce il suo fascino, spinto anche da offerte e pacchetti vacanze,

·         Stati Uniti, in particolare California e Florida

·         Francia

 

Per i moltissimi italiani che scelgono destinazioni domestiche, la regione più amata per andare al mare è la Sicilia, seguita da Sardegna, Campania, Puglia e Riviera Romagnola.

 

Le 10 singole destinazioni da spiaggia più prenotate nel 2013 su Expedia.it in luglio e agosto sono:

·         Le isole Baleari

·         Le isole Cicladi

·         Le isole del Dodecaneso

·         Miami

·         La costa Azahar e Valencia

·         Le isole Canarie

·         Creta

·         Le isole Ioniche

·         La Puglia

·         Malaga e la Costa del Sol

 

 

In spiaggia iper-connessi per far invidia agli amici rimasti in ufficio

La connessione WiFi in spiaggia è una tentazione irresistibile: solo il 17% degli italiani eviterebbe di usarla, il dato più basso in Europa. In testa i danesi, 40%, seguiti a ruota dai francesi, 35%, e dagli inglesi, 33%.

 

Le attività preferite? Controllare le email personali (70%) e navigare in internet (70%), seguito dall’upload delle foto (30%) e dalla pianificazione di attività da fare in vacanza (27%). Italiani che però anche in spiaggia staccano poco, se ben il 18% controlla le email del lavoro: secondi solo all’Irlanda (19%) mentre la media europea si attesta al 10%.

 

Al ritorno dalle vacanze, il 58% degli italiani mostra le foto agli amici direttamente dalla fotocamera o dal telefono, mentre il 31% le condivide su vari social network. Solo il 24% le stampa, mentre il 20% le invia agli amici via email o messaggio.

Sui social network finora sono le foto a farla da padrone: solo il 14% carica video. Un dato destinato a cambiare in futuro?

 

E il rischio di ritrovarsi taggati in costume sui social network grazie ad amici improvvisatisi paparazzi? Il 36% degli italiani non ne vuole sapere, ma il 39% è spavaldo e più esibizionista, si sente abbastanza sicuro di sé e non avrebbe alcun problema. Il 26% sceglie la via di mezzo: foto in costume si, ma solo se ha scelto la posa e ha potuto dire la sua sulla foto.